FISCO E SOCIETÀ

Crisi d'impresa, per UNGDCEC necessari alcuni correttivi alla riforma

Le modifiche introdotte dal Decreto Sviluppo per prevenire la crisi d’impresa non hanno sortito gli effetti sperati e la normativa necessita di ulteriori assestamenti. Pur tenendo in considerazione l’effetto distorsivo creato dalla crisi economica, la disciplina delineata a livello legislativo ha infatti bisogno di inevitabili correttivi.

di Stefano Perazzo - 17 settembre 2013
F

Obbligo del Pos anche per i professionisti dal 2014

A decorrere dal 1° gennaio 2014, i soggetti che effettuano l’attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali, sono tenuti ad accettare anche pagamenti effettuati attraverso carte di debito. Sono in ogni caso fatte salve le disposizioni del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231.

di Andrea Arrigo Panato - 16 settembre 2013
F

Società di comodo, analisi normativa e modelli di interpello disapplicativo

La Commissione di studio fiscale dell’Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Cosenza ha redatto un interessante Vademecum per definire i contorni legislativi della materia e fornire utili modelli di interpello disapplicativo differenziati sulla base della natura societaria del soggetto coinvolto.

di Stefano Perazzo - 16 settembre 2013
F

Immobili, analisi fiscale del rent to buy

I negozi giuridici ‘rent to buy’ consentono a potenziali acquirenti di beni immobili l’immediato godimento dell’immobile corrispondendo un canone periodico concordato. In un secondo momento, il soggetto, sulla base di un obbligo o anche solo di una facoltà, procede all’acquisto del bene. Il notariato ha pubblicato uno studio per offrire importanti spunti di riflessione.

di Stefano Perazzo - 16 settembre 2013
F

Il cosiddetto “falso valutativo” dell’esperto attestatore ex art. 236 bis L.F.

Con la norma in questione si supera di slancio il problema della irresponsabilità penale del professionista attestatore giammai ritenuto, dalla prevalente giurisprudenza e dottrina, assimilabile al p.u. o all’esercente una pubblica funzione e quindi sanzionabile con i reati di falsità ideologica e altresì dei reati di cui agli artt. 479, 480 e 481 c.p.

di Andrea Satta - 16 settembre 2013
F

L’omessa dichiarazione Iva non comporta la perdita dell’eventuale credito

Con la Circolare n. 21/E/2013, l’Agenzia delle Entrate è tornata a interessarsi del credito Iva in caso di omessa dichiarazione affermando, contrariamente a quanto aveva fatto in passato, che il contribuente che omette la dichiarazione, non perde il diritto al credito. Il credito dovrà comunque essere, nella sua sostanziale effettività, riconosciuto dall’Agenzia delle Entrate attraverso l’attività di controllo dell’ufficio territoriale. Il riconoscimento del credito, che non azzera le sanzioni per la violazione commessa (omessa dichiarazione), riposiziona il contribuente nella medesima condizione in cui si sarebbe trovato in caso di regolare presentazione della dichiarazione.

di Enzo Sollini - 6 settembre 2013
F

Società tra professionisti - la circolare 33/IR 2013

Con la circolare n. 33/IR del 31 luglio 2013, l’IRDCEC fornisce le linee guida in relazione alle società tra professionisti (STP). Il documento si occupa della valenza costitutiva dell’iscrizione alla sezione speciale dell’albo della STP, delle cause di incompatibilità per i soci e gli amministratori della STP, del regime disciplinare per il socio professionista e per la STP.

di Fabrizio Marasi - 5 settembre 2013
F

Pagamenti dilazionati fino a 120 rate e decadenza dopo otto rate scadute

L’istituto della rateazione è diventato in questi ultimi anni lo strumento più diffuso ed utilizzato tra i contribuenti. Difficoltà economiche, crisi aziendali, ritardi nei pagamenti della pubblica amministrazione hanno comportato un sempre maggiore ricorso a tale forma di pagamento dei debiti iscritti a ruolo. Tali opportunità sono state oggi implementate dal D.L. n. 69/2013 che prevede la possibilità di pagamenti fino a 120 rate e ha portato ad otto le scadenze che, se non rispettate, comportano la decadenza dal beneficio.

di Massimo Conigliaro - 4 settembre 2013
F

L’ipoteca e fermo amministrativo alla luce delle modifiche apportate dal c.d. decreto “del fare”

Qualora il contribuente non ottemperi a quanto richiesto dall’Agente della riscossione mediante la cartella di pagamento o l’avviso di accertamento esecutivo, quest’ultimo è legittimato ad adottare misure cautelari come il fermo amministrativo, l’iscrizione di ipoteca e i pignoramenti che sono lesivi della sfera patrimoniale e personale del debitore.

di Nicla Corvacchiola - 3 settembre 2013
F

Il problema delle ritenute per i contribuenti superminimi

Il nuovo regime dei superminimi è in vigore dal 1° gennaio 2012, in sostituzione del regime dei minimi, prevede una imposta sostitutiva dell’Irpef del 5 per cento. La non applicazione della ritenuta è un obbligo e non una facoltà per il contribuente in questo regime.

di Immacolata Presta - 2 settembre 2013
F

« 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 »