FISCO E SOCIETÀ

Solidoro: i commercialisti chiedono chiarezza e tempestività

I commercialisti chiedono chiarezza e tempestività. Stop alle corse dell’ultimo secondo e alle proroghe concesso dopo la scadenza. Ancora: semplificazioni nell’attività eliminando gli adempimenti inutili come quelli antiriciclaggio, dove spesso l’attività del commercialista si somma a quella delle banche, creando obblighi non solamente inutili ma anche gravemente sanzionati. È il pensiero di Alessandro Solidoro, presidente uscente dell’Odcec di Milano.

di Gabriele Ventura - 22 dicembre 2016
F

Lotta all'evasione: arriva la lotteria degli scontrini

La legge di bilancio 2017, approvata in via definitiva dal Senato lo scorso 7 dicembre, introduce nell’ordinamento un nuovo strumento per combattere l’evasione fiscale. Si tratta della cosiddetta “lotteria degli scontrini”, un concorso nazionale con premi in denaro volto a incentivare l’emersione spontanea delle base imponibile, intercettando soprattutto l’evasione diffusa perpetrata attraverso cessione di beni e prestazioni di servizi “in nero”.

di Valerio Stroppa - 21 dicembre 2016
F

I nostri clienti sono quelli con cui siamo cresciuti

Il 14.12.2016 si è tenuta a Roma una manifestazione nel corso della quale sono si sono esposte le ragioni di protesta dei commercialisti in relazione al rapporto alla stessa riservato dall’Amministrazione Finanziaria e dalla politica ed alla scarsa considerazione dei cittadini e contribuenti. Gli ultimi provvedimenti in materia fiscale, come il recente decreto collegato alla manovra, hanno provocato la profonda delusione della nostra categoria nei confronti di misure che, puntualmente, non solo disattendono le numerose e continue promesse di semplificazione, ma addirittura contribuiscono a complicare ulteriormente il funzionamento del sistema fiscale del Paese.

di Andrea Arrigo Panato - 19 dicembre 2016
F

Terzo settore, puntare sulla trasparenza

Terzo settore all’insegna della trasparenza. Attraverso l’attendibilità dei dati e delle informazioni, la formulazione di norme volte a creare strutture adeguate e funzionali al perseguimento della missione e certezza del diritto. Sono alcune delle proposte avanzate dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili per l’attuazione della riforma del Terzo settore.

di Gabriele Ventura - 16 dicembre 2016
F

Legge di Bilancio: tassazione a forfait per gli stranieri residenti

La legge di bilancio 2017 introduce tra l’altro un pacchetto di misure volte a favorire gli investimenti in Italia da parte di persone fisiche di nazionalità straniera. Le norme interessano da un lato il settore dell’immigrazione, prevedendo un nuovo “visto investitori” che faciliterà l’ingresso e la permanenza nel paese di tali soggetti, dall’altro la materia fiscale, tramite l’istituzione di un regime sostitutivo applicabile ai redditi prodotti all’estero a partire dal 2017.

di Valerio Stroppa - 15 dicembre 2016
F

Commercialisti, linee guida sul nuovo processo esecutivo

Linee guida sul nuovo processo esecutivo. Le ha messe a punto il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, aggiornando il documento pubblicato a inizio anno dalla Commissione studi alla luce dell’intervento del legislatore in materia di processo esecutivo con il dl 3 maggio 2016, n. 59, a meno di un anno dalla riforma 2015.

di Gabriele Ventura - 13 dicembre 2016
F

Sovraindebitamento, le criticità analizzate dai commercialisti

Fari puntati dei commercialisti sulle criticità in materia di procedure di sovraindebitamento. La Commissione dedicata del Consiglio nazionale ha infatti predisposto un documento che mette in evidenza gli aspetti controversi della normativa nei primi anni di applicazione della legge n. 3/2012 e del decreto ministeriale n. 202/2014, sulla base delle prassi in uso nei Tribunali.

di Gabriele Ventura - 7 dicembre 2016
F

Approvato il dl 193/2016: spesometro e/o fattura elettronica?

Dopo le rimostranze delle varie associazioni di categoria e da parte del Consiglio Nazionale Dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili il legislatore corre ai ripari. Sarà vero?

di Robert Braga - 7 dicembre 2016
F

Ristrutturazioni, moratoria e nuovo accordo per agevolare il superamento della crisi

Le ultime novità in tema di accordi e convenzioni conclusi tra il debitore e le banche nella procedura di ristrutturazione. Con l’introduzione, da parte del legislatore, della convenzione di moratoria che disciplina in via provvisoria gli effetti della crisi, e di un nuovo accordo di ristrutturazione che integra quello previsto dall’art. 182 bis della legge fallimentare con l’obiettivo di evitare che gli intermediari meno coinvolti possano incidere sulla portata dell’accordo complessivo.

di Gabriele Ventura - 6 dicembre 2016
F

Procedure concorsuali e convenienza alla rottamazione dei ruoli

Con l’art. 6, del D.L. n.193 del 22 ottobre 2016, è stata prevista la cd. rottamazione dei ruoli, cioè la definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della riscossione negli anni compresi tra il 2000 e il 2015, ed estesa all’anno 2016, a seguito della conversione in legge. Il comma 13, dell’articolo in esame prevede espressamente che “Alle somme occorrenti per aderire alla definizione di cui al comma 1, che sono oggetto di procedura concorsuale, nonché in tutte le procedure di composizione negoziale della crisi d’impresa previste dal regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, si applica la disciplina dei crediti prededucibili di cui agli articoli 111 e 111-bis del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267”, così che il costo della sanatoria diventa un credito ex art.111, comma 1, n.1, della Legge fallimentare. In pratica, normativamente, viene previsto che la sanatoria dei ruoli, nell’ambito delle procedure concorsuali, rende prededucibile il credito dell’erario, che va quindi pagato con il ricavato della liquidazione dell’attivo, prima del riparto tra gli ulteriori creditori, privilegiati o chirografari (si sovverte, quindi, l’ordine di soddisfazione dei creditori). La norma, quindi, apre la porta alla possibilità di accesso alla definizione per i soggetti in procedura concorsuale e considera, quindi, crediti prededucibili le somme da versare all’agente della riscossione, nel rispetto dell’ordine di distribuzione di cui all’art.111 l.f..

di Nicla Corvacchiola - 2 dicembre 2016
F

« 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 »